News

SOSPENSIONE ASSEMBLEE

le assemblee programmate sono state annullate


Pubblicata il: 18/04/2016
condividiamo la comunicazione ufficiale dei sindacati:

COMUNICATO SOSPENSIONE ASSEMBLEE

Le assemblee dei lavoratori troupe previste per le date 20 e 28 aprile e 4 maggio sono sospese.
 
La decisione della sospensione è presa unitariamente dalle scriventi sigle dopo gli interventi critici pervenuti da parte di alcuni lavoratori e associazioni professionali.
 
Sarà pertanto opportuno riprendere preventivamente il contatto con le associazioni che hanno posto in essere critiche nelle modalità di approccio sindacale.
 
Modalità che vorremmo intanto chiarire pubblicamente: l’ultima assemblea con le associazioni che hanno presentato il documento alternativo all’ipotesi di sperimentazione, ha stabilito che si dovesse dar voce anche ai lavoratori non iscritti ad alcuna associazione professionale, mediante una consultazione.
 
Ci permettiamo di ricordare che questa decisione è stata presa dall’assemblea dopo e nonostante che i rappresentanti sindacali si erano resi disponibili ad assumere il documento presentato dalle associazioni professionali.
 
La preparazione della consultazione è stato intesa, responsabilmente, dalle scriventi sigle sindacali, come obbligo di dare la migliore e più approfondita informazione possibile ai lavoratori circa l’ipotesi di sperimentazione contenuta nel protocollo firmato con ANICA, APT e APE.  Per  questo la diffusione attraverso kometarossa e la conseguente pubblicazione sul relativo sito delle schede di presentazione dell’ipotesi.
 Parimenti avrebbero potuto/dovuto fare, pensavamo, i presentatori del documento delle associazioni professionali.
 
Ci permettiamo di rappresentare che c’è differenza, comunque, tra un protocollo di sperimentazione siglato con le controparti e un documento generato nell’ambito del confronto tra lavoratori in seno alle associazioni professionali.
 
L’informazione, per essere diffusa nella maniera più approfondita, avrebbe avuto ancora bisogno, a nostro avviso, di un confronto ulteriore in assemblea.
Farne più di una voleva solo dare la sensazione dell’impegno all’approfondimento da parte nostra, per l’analisi e possibile risoluzione delle criticità delle singole categorie, una sola assemblea generale dubitavamo che sarebbe stata utile allo scopo; più assemblee aggregate per un criterio, seppur in alcuni casi forzato, immaginavamo concedesse più spazio alla discussione.
 
Rigettiamo qualunque altra lettura data alle intenzioni del sindacato, insieme ai pesanti e ingenerosi giudizi sull’attività sindacale. Pur tuttavia, confermiamo l’impegno alla consultazione democratica, purchè ci si arrivi con la maggiore consapevolezza possibile da parte dei lavoratori.
 
Roma 18 aprile 2016 


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Stampa la pagina